UN OMAGGIO A LUCIO DALLA “Al fresco dei portici”

UN OMAGGIO A LUCIO DALLA “Al fresco dei portici”

Categorie: 2018 - Musica leggera & classica - Prossimi spettacoli - Spettacoli fuori abbonamento
  • Data: sabato 22 dicembre 2019
  • Orario inizio: 21.00
  • Ingresso:
  • Durata:

I due protagonisti, provenienti da formazioni culturali ed artistiche differenti, delineano un percorso musicale ardito ma vincente.
Lalo, con il suo canto di ispirazione soul afroamericana e popolare e la sua impronta di attore e musical performer, Stefano, artista jazz sopraffino tra i più acclamati e corteggiati d’Italia, compositore e rivisitatore di brani popolari, uniscono i loro talenti ma non li incrociano mai, come i binari di un treno che non possono e non devono unirsi, il loro percorso porta come non mai in evidenza il mondo di Lucio Dalla, la sua formazione nelle grandi orchestre jazz della Bologna degli anni 50, fino alle sue splendide, mirabili melodie che, naturalmente, sono intrise di ciò che lui stesso aveva ammirato.
La liberta’, per Lucio, era una sofferenza consapevole, incondizionata, come i binari del treno di Balla balla ballerino, che qui si affrontano ad ogni singolo brano; la canzone termina con questa frase, perfetta e libera come aria: “sotto un cielo di ferro e di gesso, l’uomo riesce ad amare lo stesso, e ama davvero , senza nessuna certezza. Che commozione, che tenerezza”.

Cibelli e Calzolari riescono con questo concerto piano/voce ad esprimere in modo profondo le due anime di Lucio Dalla: quella pop e quella jazz, reinterpretando creativamente ma senza stravolgerle molte delle sue canzoni. Un rispetto e un’autenticità che Lalo ha maturato durante gli intensi anni di collaborazione professionale con Dalla.

  • Attori
  • Autore
  • Regia
  • Produzione
    Tempo musica presenta
  • Organizzazione
  • Musiche
    voce LALO CIBELLI - pianoforte Stefano Calzolari
  • Scene e Costumi
  • Luci
  • Altre info