MUNDUS 2015 – Casalgrande Jazz Festival: OLA ONABULE’

MUNDUS 2015 – Casalgrande Jazz Festival: OLA ONABULE’

Categorie: 2010 - Teatro e Scuole
  • Data:
  • Orario inizio:
  • Ingresso:
  • Durata:

 MUNDUS 2015 (20°ed) – CASALGRANDE JAZZ FESTIVAL (16° ed)
Scuderie di Villa Spalletti /loc. San Donnino di Casalgrande

OLA ONABULE’ (Gran Bretagna)
“It’s The Peace That Deafens”

Ola Onabulé: voice
Nick Flade: piano
Patrick Scales: bass
Thomas Käfe: Drums

Ola Onabulé è un musicista, cantante, compositore e produttore di origine anglo-nigeriana. La sua musica, fortemente influenzata dalle radici africane, spazia dal soul al jazz al funky. La sua voce potente e calda, dolce e malinconica ricorda la musica dei grandi artisti soul e jazz degli anni ‘60 e ’70. Con la sua propria casa discografia, la Rugged Ram Records ha prodotto otto album, l’ultimo è “It’s The Peace That Deafens” già uscito nel Regno Unito e in Germania, Austria, Svizzera, Polonia, Belgio e Olanda.
Ola Onabulé ha partecipato a prestigiosi Festival jazz, tra questi il Montreal Jazz Festival e il Victoria Jazz Festival in Canada, oltre ad essere spesso ospite di noti jazz club e sale da concerto nel Regno Unito. In Germania ha collaborato con la WDR Big Band di Colonia e la Deutsches Filmorchester Babelsberg di Potsdam.
La sua voce è stata definita “straordinaria e di grande impatto emotivo”, “chiara e accattivante, quasi classica… di ampia estensione ed elasticità”.
Ola Onabulé sembra nato apposta per dominare le platee dall’alto di un palcoscenico. Fisicità imponente, carisma palpabile, look dall’eleganza tutta British (i suoi abiti sono creati da Tony Q’Aja, al pari di quelli di varie altre celebrità: Samuel L. Jackson, Morgan Freeman, la squadra olimpica britannica e la nazionale inglese di rugby). Tutto ciò, ed è la cosa più importante, viene sovrastato da una voce impositiva e dirompente, pura e concentrata vocalità afro: dinamiche sbalzate, dal sussurro intimista all’esplosione tellurica, timbrica eburnea, estensione vocale che raggiunge comodamente gli estremi più emozionanti, nei bassi come all’acuto.
La tecnica poi gli consente sottigliezze di intonazione e fraseggio ritmico, per non dire del coinvolgimento con cui si abbandona all’interpretazione dei testi: un vero teatro della voce. Ha al suo attivo una carriera internazionale ormai ventennale che lo ha visto anche al fianco Diane Reeves, Al Jarreau, Roberta Flack, Joe Zawinul, Natalie Cole e Roy Hargrove.

inizio concerto ore 21.30
ingresso € 5,00

punto ristoro all’interno delle scuderie

  • Attori
  • Autore
  • Regia
  • Produzione
  • Organizzazione
  • Musiche
  • Scene e Costumi
  • Luci
  • Altre info
Tags: