thumb

LA BOHEME

18/04/2015
21:00a23:00

LA  BOHÈME
opera in quattro atti di Giacomo Puccini

scene e costumi  Mariella Simonazzi
regia  Ugo Bedeschi
maestro concertatore e direttore Paolo Barbacini

La Bohème è la quarta opera nel catalogo di Giacomo Puccini. Rappresentata per la prima volta al teatro Regio di Torino il 10 febbraio 1896 fu accolta dal pubblico con buon successo, diventando l’opera pucciniana più amata e una delle più rappresentate sui palcoscenici di tutto il mondo. Il libretto è tratto dal romanzo Scene della vita di bohème pubblicato da Henri Murger nel 1845, nel quale è descritta l’esistenza gaia di giovani artisti spensierati ma squattrinati, sempre alla ricerca di come soddisfare la fame e di come raggiungere la fama, intrecciando amori appassionati e spesso incerti nella Parigi di metà Ottocento (in francese “bohémien” significa “zingaro” e dopo il romanzo di Murger la parola “bohème” indicò lo stile di vita non convenzionale di artisti, scrittori, musicisti e attori). Spesso l’azione della Bohème viene spostata a fine Ottocento, cioè all’epoca in cui Puccini la musicò, per sottolineare le difficoltà fra cui visse il musicista prima di raggiungere fama, successo e ricchezza.

Un altro musicista, Ruggero Leoncavallo (noto soprattutto per l’opera Pagliacci), compose nel 1897 un’opera sullo stesso soggetto e dallo stesso titolo. La Bohème di Leoncavallo, opera di bella fattura, ma soffocata da quella di Puccini, sarebbe meritoria tuttavia di essere ripresa e sarebbe senza dubbio un interessante confronto!