thumb

IL BARBIERE DI SIVIGLIA

20/04/2012
21:00a23:00

INFORMIAMO IL PUBBLICO CHE CAUSA MOTIVI DI FORZA MAGGIORE, L’OPERA E’ ANTICIPATA al 20 APRILE 2012 ore 21.00

Opera
IL BARBIERE DI SIVIGLIA
opera in due atti di Gioachino Rossini
libretto di Cesare Sterbini

Rosina                 SHUKO KINOSHITA
Almaviva           FRANCESCO  PAVESI
Figaro                 DANIELE GIROMETTI
Don Bartolo      KIM JEONG HO
Don Basilio       JIBACO HYUN
Berta                  CHIARA MOSCHINI

M° concertatore e direttore  PAOLO BARBACINI MANFREDI

regia         Ugo Bedeschi
scene       Mariella Simonazzi
costumi   Mariella Simonazzi e Ivana Ferretti

luci           Alessandro Pasqualini
M° del coro   Emiliano Esposito
M° collaboratore  Elisa Montipò

orchestra  Città di Ferrara
coro dell’Opera di Parma

Proseguendo la sua ormai consolidata tradizione nel presentare un’opera in un nuovo allestimento e interpretata da giovani artisti selezionati con un concorso di canto internazionale dedicato al tenore Claudio Barbieri, in questa stagione sarà rappresentato “Il Barbiere di Siviglia”, di Gioachino Rossini, che fu musicato dall’autore in una ventina di giorni per il teatro Argentina di Roma. La sera della prima, il 20 febbraio 1816, l’opera non ebbe successo per vari motivi fra cui, forse, l’ostilità di una parte del pubblico che era ancora legato all’omonima opera di  Giovanni Paisiello, la cui composizione risaliva al 1782, ma che era ancora amata. Il clamoroso insuccesso fu però  cancellato dall’incondizionato e totale trionfo che registrarono le molte repliche immediatamente sucessive e dalla popolarità che l’opera riscosse da allora in poi sui palcoscenici di tutto il mondo, anche quando il repertorio rossiniano si era ridotto a poche opere, travolto prima da quello di Verdi e poi da quello verista. Il libretto fu tratto dalla commedia dallo stesso titolo di Beaumarchais, che in Francia era stata censurata, poiché ritenuta di idee rivoluzionarie. L’opera rossiniana, di sfolgorante vivacità musicale e teatrale, ci presenta alcuni personaggi ben caratterizzati: il barbiere e factotum Figaro, noto in tutta Siviglia per il suo spirito mordace e tagliente; la vivace e intraprendente Rosina, ostinata nel voler sposare l’uomo che ama, contro la volontà del suo tutore, che non vuole perdere la dote della ragazza; lo squattrinato e intrigante maestro di musica don Basilio, pronto a usare la “calunnia” per affossare i rivali.